Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Discussioni sull'operatore 4G nazionale Tiscali e del suo servizio Wimax Aria
ghostrider2
Messaggi: 391
Iscritto il: 03/03/2018, 18:07

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da ghostrider2 » 21/04/2018, 14:23

Comunque appena mi fa lo scherzo di andare sull'altra cella e trovo una giornata con sole, vado sul tetto e provo a giocare con la cpe mettendola sul palo tv e se riesco mi alzo di un ulteriore metro vedendo se riesco a prendere il tronco meno spesso del pino oppure dove c'è meno fogliame...sono curioso anche se la vedo brutta perché è molto fitto come se ci fosse un muro davanti alla cpe

rossoverde
Messaggi: 73
Iscritto il: 20/03/2018, 19:37

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da rossoverde » 21/04/2018, 15:46

flv ha scritto:
21/04/2018, 12:26
@ghostrider2
Come ti ho già detto tu probabilmente soffri quando cambi frequenza. Oltre i 3 PCI che hai sulla BTS (0, 1, 2) hai pure 2 frequenze. Per fare in modo che due PCI confinanti non si disturbino le frequenze vengono alternate, con un apertura di poco più di 60°, quindi sulla PCI 0 avrai 3547MHz e 3568MHz che fonfinano con la PCI 1 a 3547MHz e 3568MHz e così via così avrai la sequenza:
3547MHz - 3568MHz - 3547MHz - 3568MHz - 3547MHz - 3568MHz in modo circolare, quindi ogni frequenza e PCI non distrurba con il confinante.
Ovviamente se tu becchi la frequenza che è più rivolta verso di te avrai SINR migliore, se becchi l'altra frequenza sulla stessa PCI avrai un SINR peggiore.

uiblog ha scritto:
21/04/2018, 11:20
Mi chiedevo, Linkem ed altri che operano grossomodo sulla stessa frequenza di Tiscali, possono creare disturbi tra di loro? so che ho una bts linkem a 2.5 km circa (a sud-ovest rispetto alla mia posizione).
Grossomodo? No assolutamente, le frequenze sono 3547MHz e 3568MHz per Tiscali e 3468.5MHz e 3469.5MHz per Linkem. Avendo 100MHz di distanza non c'è dubbio che possa creare disturbi. Solamente se tu piazzassi la tua CPE davanti ad una BTS di Linkem potrebbe disturbare, ma a pochi cm di distanza, non a km! ;)
Una domanda a te FLV che sei un esperto....... per il 5G parlano di frequenze contigue....... che significa? ci sarà a breve il bando 3600-3800 mhz per il 5g contigue significa senza interruzioni?

flv
Messaggi: 474
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da flv » 21/04/2018, 16:54

Considera che oltre alle 2 frequenze che abbiamo individuato ne utilizzano un altro paio, c'è uno shift tra le frequenze di trasmissione e ricezione. Quindi sono state assegnate almeno 3 coppie di frequenze per ogni regione visto che al bando WiMax hanno venduto 3 licenze (tre operatori quindi). Due operatori hanno la licenza in tutte le regioni, Linkem e Ariamax-Tiscali, la terza licenza invece è andata spesso ad operatori di carattere locale. Linkem sta sfruttando più pienamente la propria licenza, Tiscali invece ha una copertura a macchia di leopardo.

Per il 5G si useranno frequenze "contigue" con il significato di "vicine"; dipende per cosa intendi con "senza interruzioni". Per non "disturbarsi" è necessario non sovrapporsi. Comunque si passerà alle microcelle con potenze "ridicole" rispetto alle BTS su traliccio che servono attualmente le CPE. Verrà poi utilizzata, 2020 o più probabilmente 2022, anche la 700MHz che oggi è attualmente utilizzata dai canali 50-59 della DVB-T; quest'ultima frequenza è particolarmente adatta per riuscire a penetrare i muri delle abitazioni, ma avrà una velocità minore, trasporta meno dati che non una 3500MHz.
Il 5G è progettato per la mobilità; mentre l'attuale tecnologia 4.5G è finora stata utilizzata per le connessioni fisse delle abitazioni. Praticamente saranno più adatte delle CPE non direttive come quelle utilizzate attualmente, dei dispositivi simili alla Huawei B2368 che ricevono a 360° ma a distanze molto più contenute.

Immagine

Ovviamente per una rete 5G serve:
  • La fibra ovunque per collegare le microcelle.
  • Una miriade di microcelle.
Finora mancano entrambe i presupposti. :(
A mio parere fino al 2020 non dobbiamo aspettarci nulla. Quando arriverà la fibra per le microcelle tanto vale usare quella se ce la portano a casa, quindi va a cadere la necessità di questi collegamenti WISP.
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

ghostrider2
Messaggi: 391
Iscritto il: 03/03/2018, 18:07

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da ghostrider2 » 21/04/2018, 17:11

Speriamo che questa tecnologia wisp sia solo una pezza in attesa della fibra ftth...

flv
Messaggi: 474
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da flv » 21/04/2018, 17:38

ghostrider2 ha scritto:
21/04/2018, 17:11
Speriamo che questa tecnologia wisp sia solo una pezza in attesa della fibra ftth...
Ni; nel senso che se cableranno tutti, anche le case sparse, in FTTH questo know-how del 4.5G sarà utilizzato per il 5G per il mobile. Ma considera che se questa tecnologia sarà utilizzata da Vodafone, TIM, Wind e Iliad per le loro reti mobili Tiscali e Linkem se le mangiano a colazione! ;)

Bisognerà capire il frangente della FWA di OF; se i dispositivi saranno di OF e affitterà il tutto agli operatori tradizionali oppure se Tiscali fornirà le proprie strutture ... boh. Potrebbero rimanere in campo per qualche anno finché non cableranno tutti.
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

rossoverde
Messaggi: 73
Iscritto il: 20/03/2018, 19:37

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da rossoverde » 21/04/2018, 17:56

flv ha scritto:
21/04/2018, 17:38
ghostrider2 ha scritto:
21/04/2018, 17:11
Speriamo che questa tecnologia wisp sia solo una pezza in attesa della fibra ftth...
Ni; nel senso che se cableranno tutti, anche le case sparse, in FTTH questo know-how del 4.5G sarà utilizzato per il 5G per il mobile. Ma considera che se questa tecnologia sarà utilizzata da Vodafone, TIM, Wind e Iliad per le loro reti mobili Tiscali e Linkem se le mangiano a colazione! ;)

Bisognerà capire il frangente della FWA di OF; se i dispositivi saranno di OF e affitterà il tutto agli operatori tradizionali oppure se Tiscali fornirà le proprie strutture ... boh. Potrebbero rimanere in campo per qualche anno finché non cableranno tutti.
Quindi FLV fammi capire chi ha le frequenze vicine a 3600mhz potrebbero avere più valore perchè vicine a quelle del prossimo bando?

rossoverde
Messaggi: 73
Iscritto il: 20/03/2018, 19:37

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da rossoverde » 21/04/2018, 18:00

flv ha scritto:
21/04/2018, 17:38
ghostrider2 ha scritto:
21/04/2018, 17:11
Speriamo che questa tecnologia wisp sia solo una pezza in attesa della fibra ftth...
Ni; nel senso che se cableranno tutti, anche le case sparse, in FTTH questo know-how del 4.5G sarà utilizzato per il 5G per il mobile. Ma considera che se questa tecnologia sarà utilizzata da Vodafone, TIM, Wind e Iliad per le loro reti mobili Tiscali e Linkem se le mangiano a colazione! ;)

Bisognerà capire il frangente della FWA di OF; se i dispositivi saranno di OF e affitterà il tutto agli operatori tradizionali oppure se Tiscali fornirà le proprie strutture ... boh. Potrebbero rimanere in campo per qualche anno finché non cableranno tutti.
Comunque ragazzi dubito fortemente che verranno cablati tutti gli edifici.....per le case sparse ci sarebbero dei costi non indifferenti......chilometri e chilometri di scavi.....la vedo oggettivamente una cosa non fattibile.....

ghostrider2
Messaggi: 391
Iscritto il: 03/03/2018, 18:07

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da ghostrider2 » 21/04/2018, 18:27

rossoverde ha scritto:
21/04/2018, 18:00
flv ha scritto:
21/04/2018, 17:38
ghostrider2 ha scritto:
21/04/2018, 17:11
Speriamo che questa tecnologia wisp sia solo una pezza in attesa della fibra ftth...
Ni; nel senso che se cableranno tutti, anche le case sparse, in FTTH questo know-how del 4.5G sarà utilizzato per il 5G per il mobile. Ma considera che se questa tecnologia sarà utilizzata da Vodafone, TIM, Wind e Iliad per le loro reti mobili Tiscali e Linkem se le mangiano a colazione! ;)

Bisognerà capire il frangente della FWA di OF; se i dispositivi saranno di OF e affitterà il tutto agli operatori tradizionali oppure se Tiscali fornirà le proprie strutture ... boh. Potrebbero rimanere in campo per qualche anno finché non cableranno tutti.
Comunque ragazzi dubito fortemente che verranno cablati tutti gli edifici.....per le case sparse ci sarebbero dei costi non indifferenti......chilometri e chilometri di scavi.....la vedo oggettivamente una cosa non fattibile.....
Potrebbero utilizzare la fibra via aerea... invece che scavare..

ghostrider2
Messaggi: 391
Iscritto il: 03/03/2018, 18:07

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da ghostrider2 » 21/04/2018, 20:40

Una curiosità... Ma se una bts collegata via ponte radio viene upgradata con la fibra, si ha un disservizio oppure il cliente finale non avverte nulla? In parole povere lo switch avviene in modo indolore?

flv
Messaggi: 474
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Re: Parliamo di Tiscali J 4G LTE: commerciale e tecnico

Messaggio da flv » 21/04/2018, 23:07

rossoverde ha scritto:
21/04/2018, 17:56
Quindi FLV fammi capire chi ha le frequenze vicine a 3600mhz potrebbero avere più valore perchè vicine a quelle del prossimo bando?
Non capisco questo discorso; perché le frequenze vicine dovrebbero avere più valore? Più valore poi è riferito a quanto dovranno sborsare coloro che parteciperanno al prossimo bando oppure più valore come capacità fisica trasmissiva?

Gli attuali assegnatari delle frequenze, WiMax, perché quando furono bandite le frequenze che vanno da 3400 a 3600 non esisteva ancora l'LTE per questa tipologia di collegamenti, le hanno fino al 2023. Hanno chiesto una proroga di 6 anni al 2029. La proroga verrà concessa agli utilizzatori, non agli assegnatari, quindi TIM che ha affittato le sue frequenze a Linkem non vedrà prorogato il suo diritto, ma Linkem si visto che è l'utilizzatore.
Nell'accordo di proroga c'è pure una ridefinizione delle frequenze, dei blocchi da 42MHz portandoli a 40MHz, ma anche 74MHz liberati dal ministero della difesa, e una deframmentazione. Prima gli operatori erano "distanziati" perdendo alcuni MHz di frequenza, con l'accordo le frequenze saranno contigue. In questo modo ci sarà più banda sfruttabile. Quindi gli attuali assegnatari avranno più MHz da sfruttare grazie a questa riorganizzazione. Il prossimo bando sarà per le frequenze 3600-3800MHz.

Gli operatori che otterranno la proroga però si impegnano a:
  • Investire in questa tipologia di rete.
  • Rendicontare gli investimenti su base annua
  • Dimostrare l'utilizzo delle frequenze a loro assegnate.
  • Dimostrare lo sviluppo della copertura.
  • Dimostrare la qualità della loro copertura (in questo caso sono proprio curioso come farà Linkem a dimostrarlo).
  • Consentire ad altri operatori di fornire servizi 5G grazie ad una offerta wholesale della propria capacità trasmissiva.
Se Tiscali può già giocarsi la carta Fastweb io non sottovaluterei Linkem; visto che hanno in affitto licenze TIM e quest'ultima non ha la proroga direttamente, ma grazie all'utilizzatore, pronosticare un accordo TIM con Linkem penso che non sia così dissennato. ;)
rossoverde ha scritto:
21/04/2018, 18:00
Comunque ragazzi dubito fortemente che verranno cablati tutti gli edifici.....per le case sparse ci sarebbero dei costi non indifferenti......chilometri e chilometri di scavi.....la vedo oggettivamente una cosa non fattibile.....
Avevi sicuramente ragione qualche mese fa; ma gli ultimi obiettivi della UE hanno alzato l'asticella. Se prima bastavano 30 mega ora invece stanno puntando ai 100mega fornendo connettività FTTH anche nelle aziende agricole. Condivido quanto detto da ghostrider2, non necessariamente scavi, ci puoi arrivare anche per via aerea e casomai sulle più solide palizzate in cemento, quelle delle forniture elettriche, non alle cadenti palizzate di legno che si schiantano a terra abbastanza spesso! ;)

@ghostrider2
Se collegano la fibra ad una delle porte WAN del router che fornisce connettività alle celle della BTS manco te ne accorgi. Se devono sostituire l'apparato lo mettono in funzione e poi quando devono effettuare il cambio sarà male di pochi minuti.
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

Rispondi