Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Discussioni sull'operatore 4G nazionale Linkem
Rispondi
flv
Router 3G
Messaggi: 1662
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Messaggio da flv »

Leggendo i commenti su Trustpilot se ne trovano diversi che lamentano il comportamento di Linkem riguardo la restituzione del modem e l'incarico di agenzie per il recupero crediti, qualcuno è arrivato pure ad ironizzarci sopra! :D

C' addirittura chi si ritrova richieste esose come 200€! :shock:

Il mio consiglio è quello di leggersi attentamente il contratto, quando cessate Linkem rispettatelo puntigliosamente in ogni punto, altrimenti, oltre il danno di un collegamento osceno, avrete anche la spiacevole beffa di dover pagare centinaia di € per la mancata restituzione di quel catorcio che chiamano "modem" ma in realtà è una CPE.

Chiedete la restituzione della CPE a mezzo PEC, raccomandata AR, non fidatevi di una semplice telefonata con il loro servizio clienti, di quest'ultima non rimarrà traccia, state sempre dalla parte della ragione, non passate dalla parte del torto senza poter fornire le prove della vostra buona fede! ;)

Così come se avrete problemi con la vostra linea e vi chiederanno 50€ per l'intervento di un tecnico, non pagarteli assolutamente, non siete tenuti, leggetevi bene il contratto!
Se ve li chiederanno allora chiedetegli che vi inviino una richiesta in forma scritta e sfruttate questa per abbandonarli senza alcun periodo di preavviso o penali ... l'apparato e loro, l'installazione pure visto che è fatta da un loro incaricato, quindi voi non siete tenuti in alcun modo a pagare per un loro problema di un apparato che non è di vostra proprietà e non avete installato. :arrow:

E coloro che vorranno fare i duri come questo esempio, sappiate che non pagare un recupero crediti potrà pure portarvi a spiacevoli sorprese in futuro se avrete bisogno di ottenere un mutuo o qualche altro finanziamento .... :(

Definirli "truffatori" rivolgendosi ad un legale poteva tranquillamente evitato leggendosi il contratto, la restituzione del "modem", il recesso anticipato non sono sorprese a ciel sereno ... sono espressamente previsti dal contratto con tempi e modi! :arrow:

Leggere prima e non dopo che la frittata è fatta! :lol:

Evitate di rendere la vita facile a Linkem ed ai suoi guappi del recupero crediti, vi basta solo leggere le condizioni contrattuali.

E non fatevi "raggirare" coi costi dei loro incaricati non previsti da contratto; se il loro apparato si guasta o è puntato male non fatevi scucire 50€, pretendete che vi facciano questa richiesta scritta e vi indichino in quale punto del contratto è previsto che siate voi a pagare!
Vi ricordo che il contratto prevede i 50€, ma solo in caso di trasloco:
"In caso di trasloco dell’intestatario del contratto, il trasferimento del servizio di connessione internet con l’apparato da esterno presso il nuovo domicilio avrà un costo di Euro 50, da corrispondere al tecnico autorizzato durante l’intervento di reinstallazione dell’apparato."

Quindi se si vuole usare la parola "truffa" l'unico punto che avrebbe queste caratteristiche sono i 50€ richiesti per l'intervento dell'operatore per un malfunzionamento che non è imputabile al cliente. :o
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

flv
Router 3G
Messaggi: 1662
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Re: Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Messaggio da flv »

Il contratto dice:
8.9 Alla scadenza del Contratto ed in ogni altro caso di sua cessazione, l’Apparato dovrà
essere restituito a Linkem, perfettamente integro. In caso di mancata restituzione
dell’Apparato entro 30 (trenta) giorni dalla disattivazione del Servizio, Linkem avrà la facoltà
di addebitare al Cliente l’importo di Euro 100,00 per ogni Apparato fornito.


RECESSO E SCADENZA
In caso di recesso o di scadenza dell’account, l’apparato dovrà essere restituito a Linkem, perfettamente integro. In caso di mancata restituzione dell’apparato ovvero nel caso in cui il Cliente non ne abbia consentito il ritiro entro 30 giorni dalla disattivazione del servizio, Linkem avrà la facoltà di addebitare al Cliente l’importo di Euro 100 per ogni apparato fornito.
I Clienti che siano consumatori ai sensi dell’art. 3, del D. Lgs. 206/2005, potranno esercitare il diritto di recesso previsto dall’art. 54 del citato decreto dandone comunicazione scritta mediante raccomandata a/r da spedire a Linkem S.p.A. Ufficio Amministrativo, Strada Provinciale Bari - Modugno, 1 70132 Bari o all’indirizzo e-mail cessazioneservizio@linkem.com o via fax al numero 080-5622090 entro 14 (quattordici) giorni dalla conclusione del Contratto. In questo caso saranno addebitate le sole spese di restituzione dell’apparato radio pari ad Euro 5,00 ed i costi sostenuti saranno restituiti con le stesse modalità usate per il relativo pagamento ovvero a mezzo di bonifico domiciliato.


E' "anomalo" che il contratto preveda una penale per mancata restituzione o che il cliente non ne abbia consentito il ritiro ma non indica nessuna procedura per effettuare questa restituzione. In particolare per l'apparato outdoor come fa un cliente a restituirlo?
Una procedura è esplicitata solo per i consumatori ai sensi dell’art. 3, del D. Lgs. 206/2005, vale a dire quelli che possono godere del diritto di recesso entro 2 settimane. :(

E' una vera presa per i fondelli; utenti come questa affermano di aver chiesto la restituzione immediatamente, ma oltre il danno la beffa, Linkem gli chiede il pagamento per la mancata restituzione quando chiaramente è stata Linkem a non recuperarlo! :(
La cosa esilarante è che quest'altro utente ha subito l'addebito per il motivo opposto! :lol:

Se chiami ti inviano l'addebito, idem se non chiami! :lol:
Si decidano, delle due l'una. Così è abbastanza evidente che a Linkem punti solo arrivare all'addebito della mancata restituzione, non le interessa l'apparato. :(

Il mio consiglio in questo caso è documentare tutto; mandate una PEC a Linkem linkem@legalmail.it, in questo modo non potranno affermare che gli avete impedito il ritiro e non li avete contattati. Le chiamate sono inutili visto che non vi garantiscono in nessun modo. ;)

Usate l'indirizzo PEC per qualsiasi tipo di comunicazione; anche per richieste al servizio clienti. Al telefono vi possono dire qualsiasi cosa, per iscritto è tutt'altra storia, noterete l'allergia di Linkem per la forma scritta. ;)
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

Avatar utente
emanuele.benatti
Modem 56K
Messaggi: 129
Iscritto il: 08/02/2018, 15:56

Re: Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Messaggio da emanuele.benatti »

Se leggi il contratto sono perfettamente in regola. Il problema è che nessuno lo legge.
D'altra parte secondo me ultimamente con la diffusione dell'fttc e con il fatto che la stessa fttc costa molto meno rispetto al passato anche linkem inizia a subire un pò di concorrenza, e quindi si attaccano a tutto.
La roba dei 50€ per il guasto è follia, anche perchè se l'apparato va restituito non è del cliente..

flv
Router 3G
Messaggi: 1662
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Re: Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Messaggio da flv »

Si, il contratto prevede una penale, ma non una procedura per non incappare nella penale stessa.
La mancata restituzione da chi dipende? Se io cliente ti chiamo chiedendoti di far intervenire il tuo tecnico Linkem non lo manda, poi mesi dopo ti manda l'addebito per mancata restituzione personalmente ritengo "truffaldino" un tale comportamento! :(
Come faccio a dimostrare di averti chiamato? Linkem può benissimo affermare di non essere mai stata chiamata.

Se dopo 1 anno che non ricarico il contratto cessa; è Linkem che mi deve contattare per la restituzione dell'apparato? :?:

Se guardi sul contratto non è specificato "il come"; l'unica specifica è nelle note introduttive ma è riferita solamente a coloro che fanno il recesso entro le 2 settimane iniziali di contratto. :ugeek:

Quindi secondo me hanno un contratto ben architettato per scucire ai clienti centinaia di €. Hanno sicuramente un buon azzeccagarbugli! :lol:

Però è pure vero che se un cliente si tutela con PEC e puntigliosamente gli fa rispettare quanto prevede il contratto e la loro carta dei servizi i loro azzeccagarbugli vi manderanno un accordo extragiudiziale che non può essere pubblicato per cessare il contratto e vi riconosceranno anche tutte le spese. :shock:

Sostanzialmente "fanno i furbi" con i clienti poco avveduti; con chi sa il fatto suo e casomai li denuncia all'AGCOM cambiano radicalmente musica e scappano con la coda tra le gambe! :lol:
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

Avatar utente
emanuele.benatti
Modem 56K
Messaggi: 129
Iscritto il: 08/02/2018, 15:56

Re: Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Messaggio da emanuele.benatti »

Che linkem non sia ricordata come un'azienda trasparente è ovvio.
E secondo me rispetto ad Eolo ultimamente hanno perso parte della loro potenza di fuoco.
Hanno molte bts è vero ma commercialmente sono fermi da troppo tempo.

flv
Router 3G
Messaggi: 1662
Iscritto il: 10/02/2018, 0:10

Re: Restituzione modem (CPE) - recupero crediti

Messaggio da flv »

Secondo me il loro declino è partito da quando non hanno più le Iene come testimonials! :D

E' ridicolo che abbiano molti clienti anche nei grossi centri, la città dove hanno maggiori clienti è Roma! :lol:
Probabilmente è grazie alla pubblicità della AS Roma, hanno fatto una marea di proseliti; ben gli sta a dei tifosi "non tanto svegli", che si ritrovino a pagare un collegamento squallido come quello di Linkem! :D

Ultimamente Eolo ha fatto dei passi in vanti grazie alla Eolo 100. Linkem avrebbe una banda che assicura alla tecnologia che potrebbero impiegare anche oltre i 100Mbps ma ancora se la giocano con i 30/3 che poi diventano 5/3 se va bene grazie al traffic-shaping. Quindi se già parti male e poi cerchi pure di "fregare" il tuo cliente è ovvio che non sarai molto attrattivo.
In parte puoi coprire la puzza con un profumo, commercialmente puzzano ma con un ottima campagna pubblicitaria ben profumata spesso riescono a risultare freschi come una rosa ... :D
Ma a lungo andare il profumo svanisce ed il puzzo torna fuori ...

L'altro giorno ho seguito un webinar dove partecipava Fabio Rota; c'era AGCOM ed altri player del BUL. Ovviamente l'amministratore delegato ha detto una marea di "stronzate". Se la suona e se la canta sull'FWA, sul 5G, sui costi ridotti rispetto alla cablatura e quant'altro. Pensano di diventare una testa di ponte per OpenFiber con accordi per la distribuzione; ma se lo fanno con il traffic-shaping e con l'infrastruttura fatiscente che hanno, BTS che non sono manco 4T 4R dove vogliono andare? :?:
Meglio che tornino con i piedi per terra ed inizino dal fornire un servizio ai loro clienti invece di raggirarli. Rota è stato nauseante, ovviamente non aveva nessuno in grado di contraddirlo. Bastava ci fosse un cliente Linkem che lo avrebbe smentito su tutta la linea; un conto è quello che racconta, un conto è la dura realtà della sua "azienducola".
Meglio che continui a prendere per i fondelli i tifosi della sua squadra del cuore .... ;)
Matteo (7, 6)
"Nolite dare sanctum canibus, neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis, et conversi dirumpant vos"

Rispondi